Il fisco chiede a Rossi 112 milioni
La Canalis: "Non stiamo insieme"

Questa la somma complessiva che il centauro deve al fisco. Il campione di Tavullia sarebbe stato 'spiato' nei suoi spostamenti dagli 007 dell'Agenzia delle Entrate. Sotto esame i periodi trascorsi a Londra e nelle Marche. Commenta la notizia. L'ex velina smentisce il presunto bagno bollente in Sardegna

| | condividi

Valentino Rossi Pesaro, 9 agosto 2007 - Valentino Rossi deve al Fisco la somma complessiva di 112 milioni. È questa la cifra che gli ha richiesto l'Ufficio di Pesaro dell'Agenzia dell'Entrate, relativamente al periodo 2000-2004. Il campione non ha dichiarato compensi per circa 60 milioni che hanno determinato un'evasione fiscale relativa a Irpef, Irap e Iva per complessivi 43,7 milioni. Applicando le sanzioni e gli interessi, la somma complessiva arriva quindi a 112 milioni.

 

"Se ha fatto così vuol dire che la legge lo permette, non vedo perché un personaggio importante come lui debba rovinarsi la carriera così". E' il commento della madre di Valentino Rossi, Stefania Palma, sulla vicenda che vede il 7 volte campione del motomondiale nel mirino dell'Agenzia delle Entrate di Pesaro per una cifra complessiva pari a 112 milioni di euro. "La legge c'è e bisogna rispettarla", ha aggiunto la madre dei campione ai microfoni di Sky: "Per me Vale ha fatto tutto quello che doveva fare nel rispetto della legge, sono anni che vive a Londra e in tutte le parti del mondo. Mi dispiace che succeda questo in un momento così difficile della sua carriera - ha aggiunto - ma penso che andrà tutto bene. Spero che non ne risenta nella prossima gara, che è tra sette giorni (a Brno, in Repubblica Ceca; ndr)".

 

I PEDINAMENTI

 

Gli 007 dell’Agenzia delle Entrate di Pesaro lo stavano seguendo da circa tre anni. Si erano insospettiti quando Valentino Rossi dichiarava in tutta tranquillità di abitare dal marzo 2000 a Londra in un monolocale non più grande di 45 metri quadrati nel quale, sembra, ospitasse anche il suo manager Gibo Badioli.

 

A raccontare i retroscena della vicenda che vede coinvolto il pluricampione del mondo di motociclismo è La Gazzetta dello Sport, che svela come l’ufficio delle entrate abbia messo al lavoro sul caso quattro dei suoi uomini migliori per arrivare a dimostrare che, in realtà, la residenza londinese di Valentino fosse solo di comodo. In pratica, non aveva scelto la capitale inglese per diventare cittadino del mondo, ma per pagare meno tasse.

 

Per capire se Rossi fosse davvero residente in Gran Bretagna, gli investigatori si sono più volte appostati nei pressi di Tavullia per documentare le presenze del centauro in Italia. Secondo le indagine - riportate sempre dal quotidiano sportivo - sembra che siano molte di più le giornate che Rossi passava nel paese marchigiano che a Londra.

 

In altre occasioni, soprattutto d’estate, gli investigatori hanno invece fatto la posta al campione nel porticciolo di Gabicce Mare dove è ormeggiata la barca del pilota della Yamaha, ricevuta in comodato gratuito. Gli 007 del fisco hanno anche conteggiato quanti giorni in estate, e non sarebbero pochi, il campione ha solcato il Mare Adriatico. Ultimamente, però, si sono mossi con molta circospezione perché le due località non sono esattamente delle metropoli.

 

Per completare il lungo lavoro di tre anni di accertamenti, pedinamenti e indagini, la notifica del documento a Valentino è stata studiata e preparata con cura. Un accertamento fiscale, di solito, va spedito a casa ma in questo caso gli investigatori hanno scelto un’altra via. Visto che hanno ritenuto non opportuno recapitarlo a Londra, negli ultimi giorni hanno cominciato a studiare gli spostamenti di Vale. Accertato che il pilota faceva la spola tra Tavullia e Gabicce Mare, si sono appostati sia nei pressi della barca che dell’abitazione di Tavullia. Ed è proprio sulla porta di casa che venerdì scorso, in tarda mattinata, due uomini dell’Agenzia delle Entrate di Pesaro hanno consegnato di persona la lettera a Valentino con la notifica dei sessanta milioni di imponibile non dichiarato.

  • 10/08/2007 02:53

    Non penso che questa storia del fisco possa danneggiare Rossi. Agisce e crede in quello che fa, è un vero fenomeno. La Repubblica Ceca sarà sua se solo la Michelin funzionasse bene
  • Sono presenti 1 commenti
QuotidianoNet
Foto del giorno
Le offerte di Quotidiano.net

DietaClub

Inserisci il tuo peso e altezza
per ottenere il tuo profilo dieta
Altezza: cm
Peso: kg
 
 

Offerte moda

YOOX.COM

Con l’arrivo della primavera
ecco i nuovi must-have,
per chi va pazza per le scarpe!

powered by Yoox


Offerte Hi-Tech

Nikon Coolpix S220

prezzo:133,15 €


MioFotoLibro

MioFotoLibro.com

Le tue foto diventano un libro. Nessun software, pensiamo a tutto noi, in modo concreto, essenziale.