• CINEMA
  • BENESSERE
  • INCONTRI
Mooovie
Dieta Club
trova l'anima gemella
QNET Syndication
        

Leggi il giornale         Prova GRATUITA

BASTA CON LA CASTA

Il ministro Mastella sotto accusa
"Al Gp di Monza con l'aereo di Stato"

Secondo il settimanale L'Espresso il ministro della Giustizia,  con il figlio e altre persone avrebbe utilizzato "uno dei lussuosi Airbus presidenziali, praticamente una suite con 40 poltrone e ogni genere di comfort. La replica: "Era una visita ufficiale". Commenta la notizia

Clemente Mastella Roma, 13 settembre 2007 - L'Espresso accusa il Guardasigilli Clemente Mastella: è andato al Gran premio di Formula 1 a Monza con il figlio e altre persone utilizzando l'aereo di Stato. In un lungo articolo dal titolo 'Senza grazia e senza giustizia' corredato da foto e firmato da Gianluca di Feo, si legge che "i magistrati non hanno la benzina per le auto ma il ministro della Giustizia non lesina certo sul carburante. Soprattutto quando si tratta di accontentare amici e famiglia".

 

I magistrati non hanno la benzina per le auto ma il ministro della Giustizia non lesina certo sul carburante. Soprattutto quando si tratta di accontentare amici e famiglia. E concedersi una bella gita domenicale. Sì, perché per l’escursione al Gran Premio di Monza Clemente Mastella non ha badato a spese, tutte però a carico di altri. Il Guardasigilli ha volato da Salerno a Milano con l’aereo di Stato. Non un jet qualunque, ma l’Air Force One italiano: uno dei lussuosi Airbus presidenziali, praticamente una suite con 40 poltrone e ogni genere di comfort.

 

Un velivolo di alta rappresentanza, roba da far invidia a sceicchi e magnati: la Rolls Royce con le ali costa oltre 55 milioni di euro. Poi dalla zona militare di Linate, in teoria una fortezza inaccessibile, il ministro è passato all’area Vip dello scalo milanese, quella dove sono di casa i Falcon di Berlusconi e di Tronchetti Provera, quella riservata a chi i privilegi li paga di tasca sua. Lì Mastella si è accomodato su un meraviglioso elicottero privato, un potente Agusta 109 con salottino interno, diretto verso l’autodromo.

 

Nessuno sa chi ha saldato il conto per questa navetta, prenotata per uso esclusivo del leader Udeur. La società che la gestisce - la Avionord - risulta aver noleggiato molti voli per gli ospiti più eccellenti delle case automobilistiche. È stato forse Flavio Briatore a omaggiare l’amico Clemente di quel tour con vista sui tetti del Duomo che ha permesso di scavalcare tutte le code per planare nel giro di dieci minuti direttamente nei box di Monza?

 

«Sono qui per salutare l’amico Briatore», ha detto il ministro dopo lo sbarco nel circo dei motori. Perché la visita nel tempio della Formula Uno ha avuto poco di ufficiale e molto di personale. Il suo arrivo a Linate ha spiazzato cerimoniale e dispositivo di sicurezza. Poi, dopo l’atterraggio con l’Airbus presidenziale, quel passaggio sull’elicottero-limousine molto poco protocollare. Il tutto, volo di Stato ed elicottero privato, sempre in compagnia del figlio Elio.

 

D’altronde a sentire il Guardasigilli, proprio il dovere di padre è uno dei motivi principali della sua spedizione tra i box: «Avevo promesso da tempo che sarei stato presente insieme con mio figlio», ha dichiarato al “Corriere della Sera”, ripetendo: «Volevo salutare il mio amico Briatore e vedere la gara da vicino». Il tutto grazie al jet dell’Aeronautica militare, che ha imbarcato anche il giovane Elio, un portaborse e due uomini di scorta. Lo stesso gruppo ripreso dalle foto de “L’espresso” mentre cammina allegramente dall’aereo governativo verso l’Agusta a noleggio.

 

Eppure ci sarebbe stata più di una ragione per sconsigliare la visita del Guardasigilli: solo il giorno prima la Procura di Modena aveva distribuito una raffica di avvisi di garanzia ai vertici della McLaren, accusati di spionaggio nei confronti della Ferrari, facendoli consegnare proprio a Monza. Ed ecco che il responsabile della Giustizia italiana passa la mattinata nei box della Renault dell’«amico Flavio», concorrente degli indagati. Poi a sorpresa sale sul podio per premiare il terzo classificato, il ferrarista Raikkonen, vittima della spy story. Ma il ministro vola più in alto di queste polemiche. E alle insinuazioni della McLaren, che hanno visto nei provvedimenti dei magistrati uno strumento di pressione, replica: «Se pensano che la Giustizia italiana viaggia a rimorchio di qualcuno, non la conoscono».

 

Di sicuro la Giustizia non viaggia a rimorchio, ma c’è il sospetto che il ministro lo faccia a scrocco. Per carità: l’amicizia non ha prezzo. Dalle vacanze sullo yacht dell’industriale Della Valle all’ospitalità di Briatore, passando per l’uso disinvolto dell’aereo presidenziale che imbarca anche il figlio. Sì, lo stesso figlio Elio al centro, insieme con il fratello Pellegrino, dell’inchiesta “Casa nostra” de “L’espresso” per l’acquisto a prezzi modici di due appartamenti sul lungotevere Flaminio e della dimora in via Arenula dove ha sede la rivista dell’Udeur.

 

Facile prevedere le giustificazioni di Mastella: l’impiego dei voli di Stato non è una sua scelta, ma viene imposto per motivi di sicurezza. Come spiegare allora il trasbordo dall’Airbus all’elicottero privato? Quanto a protezione, poi, le foto che pubblichiamo dimostrano che sarebbe stato facile colpire l’uomo di governo durante il trasferimento e anche sulla scaletta del munitissimo jet. E se c’era una qualunque minaccia, perché esporre anche il giovane erede ai rischi?

 

In realtà sempre più spesso la questione della sicurezza sembra invocata solo per tutelare un privilegio. Dopo l’11 settembre 2001 i controlli sui voli di linea sono così severi da escludere la possibilità di nascondere armi. E se anche qualcuno fosse in grado di portare a bordo un coltello, un paio di agenti di scorta potrebbero facilmente eliminare ogni pericolo. Non a caso, molti leader stranieri e diversi ministri italiani, incluso il premier Prodi, si muovono con normali aerei di linea o addirittura, come spesso fa Tommaso Padoa-Schioppa, con compagnie low cost. Che bisogno c’è allora di un Airbus presidenziale dove far spaparanzare figli e collaboratori?

 

Il vizietto del volo blu non è prerogativa del Guardasigilli. L’Airbus presidenziale ha trasportato anche la comitiva di Francesco Rutelli, ospite d’onore al Gran Premio. A quanto risulta a “L’espresso”, i due uomini di governo avevano chiesto due differenti voli di Stato, da Salerno a Milano con ritorno a Roma negli stessi orari. Al che l’Aeronautica avrebbe deciso di unificare i viaggiatori su un unico jet, per non creare uno spreco nello spreco. Una mossa che non sarebbe stata gradita dai ministri: Mastella la sera prima aveva disertato all’ultimo momento la festa della Margherita rutelliana per “motivi di famiglia”.

 

A Monza il vicepresidente del Consiglio, titolare dei Beni culturali e del Turismo non certo dello Sport, ha evitato di rendere omaggio a Briatore e si è limitato agli aspetti ufficiali della visita. A lui è toccato premiare il vincitore Alonso, alfiere dell’indagata McLaren, con il rischio di un altro corto circuito istituzionale: il numero due del governo che tributa un riconoscimento sportivo al campione del team sotto inchiesta. Un gesto incomprensibile per gli osservatori stranieri, ancora meno abituati all’aircraft sharing ministeriale. Le foto de “L’espresso” documentano che al seguito di Rutelli c’erano almeno tre uomini tra portavoce e portaborse, più un paio di agenti di scorta. Ma le immagini mostrano un via vai impressionante di insoliti passeggeri.

 

Il decollo dell’elicottero di Mastella, per esempio, viene accompagnato da un Agusta-Bell militare. Si tratta di un velivolo dell’Aeronautica, destinato alle operazioni di soccorso e pattugliamento, che attende l’arrivo del ministro e poi si alza a grande velocità: una procedura identica a quella usata per proteggere le personalità ad altissimo rischio. A rendere del tutto anomala la missione è la presenza in cabina di un’elegante signora dai capelli rossi, fatta accomodare nella fusoliera mimetica da un ufficiale in uniforme azzurra. Così come resta singolare la figura di un ragazzino under 14, con vistosa t-shirt sportiva, fotografato mentre sale sull’Airbus presidenziale.

 

Sul jet da 48 poltrone ha viaggiato una dozzina di persone che si sono godute questa escursione lampo nella Formula Uno, protetta dal segreto di Stato e finanziata dai contribuenti. In Gran Bretagna la contabilità della flotta usata dalla casa regnante è cristallina, negli Usa ogni decollo a carico dell’Amministrazione è sottoposto a una ferrea trasparenza, ma da noi tutto resta top secret, sia gli ospiti che i costi. Il noleggio di un aereo del genere non viene meno di 50 mila euro.

 

L’Aeronautica possiede già gli Airbus, quindi bisogna considerare solo il costo dei tre voli Ciampino-Salerno, poi Salerno-Milano infine il rientro a Roma più lo stipendio festivo dei cinque uomini di equipaggio. Insomma, un conto che potrebbe arrivare ai 20 mila euro. Negli identici orari, Air One offriva il biglietto Napoli-Milano e il ritorno su Roma, tutto incluso, per meno di 200 euro. Nella stessa giornata e negli identici orari il dibattito politico era dominato dai tagli alla spesa pubblica. Sarebbe stato bello vedere i ministri salire su un volo di linea come normali cittadini. E non dovere leggere le lamentele di Mastella sulla scarsità di fondi: «Siamo indebitati fino al collo. I magistrati che indagano sulla strage di Duisburg non hanno benzina per le auto». Pensare che di litri di carburante l’Airbus presidenziale solo per la gita a Monza ne ha bruciati più di 7 mila.

  • 13/09/2007 15:33

    A santa mastellone da cepaloni, fare pagare il conto, e mandarlo a casa. Stop
  • 13/09/2007 15:37

    Sia il benvenuto Grillo con il suo Vaffa day, hanno veramente disgustato la gente, non è più sopportabile una politica del genere. Davvero azzererei tutte le cariche, niuna eslusa, riformando immediatamente la legge elettorale. Siamo davvero stanchi della loro presenza, arroganza e il più delle volte ignoranza. Ma tanto l'Italia rimarrà sempre italietta. Saluti alla redazione
  • 13/09/2007 15:56

    Certo che Mastella non si smentisce mai...
  • 13/09/2007 15:57

    Mi vergogno di essere governato da certa gente,siamo il paese delle banane....non ho parole.
  • 13/09/2007 16:00

    Qui o cambiamo veramente le cose come dice Grillo o la pentola a pressione scoppia. È bene che il signor Mastella se ne vada subito. VERGOGNA. ITALIANI SVEGLIA - CARABINIERI UNICO ORGANO DELLA LEGALITÀ SVEGLIATEVI.
  • 13/09/2007 16:01

    Beato lui! Pass, aereo, macchina. 0 Code, 0 spese. E' così che si guarda la Formula 1, mica come fanno quei plebei che assiepavano il prato e le tribune domenica....
  • 13/09/2007 16:02

    questa gente andrebbe presa a calci nel sedere, a noi chiedono sempre più tasse e sacrifici, loro si permettono di sperperare i soldi dei cittadini per i loro divertimenti, bravo mastella continua così
  • 13/09/2007 16:31

    Al ministro piace la bella vita. Bella vita che non fa fare ai magistrati e giudici, costretti a lavorare senza auto, carta e personale contro una criminalità che ogni giorno diventa sempre più forte... forse anche grazie a lui
  • 13/09/2007 18:05

    Cambiano le maggioranze,cadoni i governi ma loro,i politici,sono tutti della stessa razza!
  • 13/09/2007 18:37

    complimenti .....questo è giornalismo!!!!!! verita...verita.... a tutti i costi
  • 13/09/2007 18:45

    Non importa se desrta o sinistra, continuate a fare giusta informazione, gli italiani hanno il diritto di sapere chi li governa. Il giornalismo deve essere libero, seguiteli come segugi e raccontateci la verità, in buona fede, a testa alta sempre, ridate onore alla parola giornalista che, in questo paese non libero, è stata troppo spesso stuprata ( vedi i programmi di informazione MEDIASET). GRAZIE
  • 13/09/2007 19:00

    Non credo che i problemi del nostro paese siano questi di mastella e Rutelli che vanno al Gp di monza in aereo a spese dello Stato. Erano in visita ufficiale e hanno usato un mezzo dello Stato loro permesso. Non vedo dove sia lo scandalo. Altri invece sono i fatti per i quali varrebbe la pena intervenire come gli acquisti di case a prezzi stracciati, le agevolazioni per i familiari, come i posti di lavoro e così via.M.T. pisa
  • 13/09/2007 19:13

    la dc non esiste più ma i vecchi notabili purtroppo sì. Con che coraggio ne propongono la rinascita. è proprio scoraggiante...
  • 13/09/2007 19:24

    Penso che una immediata richiesta di dimissioni per entrambi i Ministri della Repubblica, da parte del Presidente del Consiglio, sia doverosa.
  • 13/09/2007 19:26

    Che arroganza proprio da parte di chi deve dare il buon esempio. Ma non si accorgono che stanno facendo scuola? E poi vanno in parlamento a parlare di giustizia, osservanza delle leggi, rigore morale. Sembra di essere in una repubblica africana, non in europa
  • 13/09/2007 19:40

    Vorrei fare i miei complimenti all' onorevole Mastella per aver rappresentato nella maniera piu' consona il popolo italiano.
  • 13/09/2007 19:41

    Ottimo articolo, continuate così, non fermatevi. Arriva l'ora di scrostare dalle sedie parlamentari questi signori onorevoli e mandarli a casa con una pensione da operaio dopo 40 anni di lavoro.
  • 13/09/2007 19:47

    Come il solti loro godono e noi sgobbiamo. Sarebbe ora di fare tutti i conti delle spese non relative al loro mandato e farcele dare indietro!!! E poi li paghiamo in base alle ore che lavorano davvero come un qualsiasi professionista
  • 13/09/2007 19:59

    L'arroganza del potere senza controllo e senza più freni. Almeno lo è stato fino all'8 Settembre 2007. Ma le cose cambieranno anzi sono già cambiate, anche se cercheranno di ignorare e sminuire, ridicolizzare come al solito. Ormai internet o non Internet il fenomeno è talmente vasto da non poter essere piu' fermato.
  • 13/09/2007 20:07

    Davvero vergognoso! Mastella non ha proprio pudore, tra case agevolate, indulto, ora pure questo! Spero che il ministro si dimetta di sua iniziativa, ma sono sicuro che restera' saldamente ancoprato alla sua poltrona. All'estero si dimettono per molto molto meno...
  • 13/09/2007 20:30

    Mi stupisco di chi si stupisce...
  • 14/09/2007 06:54

    Non ci si può nè lamentare nè sorprendere: sorprende che certa gente venga ancora votata dagli elettori e quindi, avendo vinto le elezioni, è ovvio che occupino i posti di potere in maniera vergognosa e ne usufruiscano in maniera schifosa. La cosa che sorprende è che gli italiani non si rendano conto di chi votano, gente che arriva dal vecchio establishment: era dunque proprio solo Craxi il grande ladrone????
  • 14/09/2007 07:45

    Che dire!!!!!!!!!!!!!!!
  • 14/09/2007 07:52

    Il Ministro Mastella, peraltro accompagnato dal ministro Rutelli, è andato in aereo a spese dello Stato a Monza per la gare automobilistica di F1.Forse i nostri due onorevoli potevano andarci con mezzi propri ma, sembra fossero in visita ufficiale. Comunque i problemi del Paese sono davvero altri e dovremmo tutti insieme cercare di risolverli. R. P.
  • 14/09/2007 08:58

    Che pena... L'Italia in mondovisione rappresentata da Mastella e Rutelli. Proprio un bel quadretto quello di domenica: un gran premio decisamente noioso in cui ha vinto una squadra con la coscienza non proprio pulita premiata da un paio di nostri ministri che non sono certo esenti dall'essere criticati... Perché non ha pagato di tasca sua visto quello che ha risparmiato con l'acquisto di case in giro per l'Italia? Ci stava comodo il biglietto A/R per la sua famiglia, lo staff e pure per gli amici degli amici, compresa la parrucchiera e relativa famiglia della consorte. Veramente complimenti: bravi i nostri ministri. Fate vedere bene al mondo come insultare un'intera nazione. Bravi, proprio bravi..
  • 14/09/2007 09:11

    CREDO SIA TEMPO CHE I NOSTRI POLITICI IMPARINO A PAGARE DI PROPRIA TASCA E NON SEMPRE A SBAFO!!!
  • 14/09/2007 09:19

    Quello di Mastella è solo la punta dell'iceberg.... mi stupisco infatti che abbiano viaggiato così in pochi, quando per visite ufficiali all'estero questi scrocconi viaggiono con oltre 150 persone al seguito. Ma d'altra parte che dire.... I privilegi e le raccomandazioni ormai sono così radicati che neanche la Rivoluzione Francese ce la farebbe.
  • 14/09/2007 09:36

    E' mai possibile che Mastella e Rutelli non percepiscano l'anomalia tra "il non aver la benzina per i magistrati" e prendere un aereo apposta (pagato dai contribuenti)per "andare a salutare il mio amico Briatore", come ha detto Mastella? Ho la sensazione che anche 2 mandati siano troppi!! Pierluigi Poggi
  • 14/09/2007 10:11

    E' una vergogna, noi gente comune dobbiamo quotidianamente fare sacrifici per arrivare a fine mese e questi personaggi si permettono quotidiamanente spreco di denaro pubblico per soddisfare i loro capricci.
  • 14/09/2007 10:24

    vattene subito
  • 14/09/2007 11:26

    Ogni giustificazione è inaccettabile: l'episodio è la conferma che la maggior parte dei nostri parlamentari e senatori, compresi quelli che siedono all'europarlamento, hanno scelto la strada migliore per avere una occupazione altamente redditizia e a tempo indeterminato e, in aggiunta, piena di privilegi illegittimi ed offensivi verso tutti i cittadini che si guadagnano la vita con il lavoro e con il pagamento delle tasse, comprese quelle ingiuste che vanno ad arricchire i suddetti SIGNORI!! Bruno
  • 14/09/2007 11:28

    Ancora una dimostrazione di rigidità morale data da Clemente da Ceppaloni. Dopo il bel servizio delle iene che mostra il pellegrinaggio dei paesani a Mastellolandia ("Mastella fa i miracoli, io ho partito per il ministero degli interni" dichiarava un paesano..), gli immobili acquistati a prezzi di favore da lui e figli, ecco la visita, chiaramente "ufficiale", a trovare l'amico Briatore... e mmmobbbasta veramente però!
  • 14/09/2007 11:53

    Ho appena lasciato un commento sul blog di Mastella...gli ho detto di andarsene... usa i nostri soldi per fare la vita da nababbo... e noi siamo co.co.co pro.
  • 14/09/2007 12:21

    Visto che questo povero ministro usa i mezzi mezzi nostri....io chiedo chi paga il noleggio dell'aereo e dell'elicottero.
  • 14/09/2007 12:44

    SIAMO STANCHI DI ESSERE SFRUTTATI E PRESI IN GIRO DAI NOSTRI POLITICI. CAMBIAMO TUTTA LA CLASSE DIRIGENTE POLITICA ATTUALE E DIAMO POTERE ALLE PERSONE CHE LAVORANO TUTTI I GIORNI E FANNO SACRIFICI PER ARRIVARE ALLA FINE DEL MESE SENZA MORIRE DI FAME. PENSO CHE MOLTISSIMI ITALIANI SIANO D'ACCORDO CON ME.
  • 14/09/2007 12:45

    Clemente, dai il buon esempio, vattene a casa e portati dietro l'intero Parlamento. Alessio
  • 14/09/2007 12:56

    Non occorre nessun commento, noi "poveri Italiani" dobbiamo solo lavorare pagare le tasse e stare zitti, a tutti gli altri invece è concesso tutto, ma proprio tutto: se rubi, spacci, sturpri ti mandano fuori (grazie per l'indulto) agli extracomunitari case popolari, soldi, assistenza (e non pagano tasse). Ai politici case a prezzi stracciati, rimborso viaggi privati, e quant'altro. e poi chiedono a noi sacrifici VERGOGNA...VERGOGNA.....VERGOGNA..... NON VI LAMENTATE SE LA GENTE NON VI SOPPORTA PIU', VE LO MERITATE W BEPPE
  • 14/09/2007 13:26

    Come in ogni paese in cui la politica funziona, Mastella si dovrebbe dimettere o quantomeno chiedere scusa. Ma siamo in italia, e come lui non chiederà scusa così questi commenti resteranno inascoltati.
  • 14/09/2007 13:29

    Ma dai!! Tutti contro Mastella!! In fondo pover'uomo che deve fare? Ha solo preso l'areo di stato per andare al Gp con la famiglia, comprato una casa nel centro di Roma che neanche all IKEA facevano prezzi così bassi, in fondo quest'uomo lavora per noi per il Paese e con quella miseria che gli diamo c'è da vergognarsi a insultarlo. Dopo tutto è un politico italiano quindi ha il diritto di fare queste cose. P.S. per chi non lo avesse capito il commento è sarcastico. Ormai in Italia solo sul ridere la si può buttare.
  • 14/09/2007 13:29

    E' un vero schifo. Comunque ormai tutti i politici sono uguali e gli italiani non se ne sono ancora accorti
  • 14/09/2007 13:31

    Via tutti!!!
  • 14/09/2007 13:36

    Povero Mastella,che ha sempre sfruttato gli opportinismi offertigli dalla politica italiana, di centro, di destra ed ora di centro sinistra:Il bello è che il tuo elettorato apulo sannita contua a votarti. prova a presentarti in un collegio romagnolo alle prossime elezioni tr
  • 14/09/2007 14:05

    è un oltraggio a chi paga le tasse per sostenere i servizi (che spesso non hanno abbastanza fondi per "servirci") e a chi fatica ad arrivare a fine mese con un tozzo di pane al giorno. Gente come Mastella, che purtroppo NOI abbiamo votato, dovrebbe solo vergognarsi di quello che fa al nostro bellissimo paese, ma sono convinta che il signor Clemente si senta la coscienza completamente a posto.
  • 14/09/2007 14:25

    Capisco il rammarico di chi è stato scoperto a fare qualcosa di poco piacevole agli occhi di quegli italiani. a cui il governo Prodi ha chiesto di fare ulteriori sacrifici, aumentando le tasse, quando aveva promesso di non farlo. Ciò che mi stupisce non è la faccia tosta del ministro ma la sua stupida arroganza di chi non capisce, o di chi se ne frega, degli italiani che non sono stupidi e mai lo voteranno se mai lo hanno fatto. La vergogna è degli uomini intelligenti.
  • 14/09/2007 14:43

    ...e poi chiedono di tirare la cinghia a noi per mettere a posto i conti dello Stato...ma quale Stato civile e moderno può permettere a un suo rappresentante di sperperare così i soldi dei cittadini?non parlo solo di Mastella perchè di certo non è l'unico, ma in una situazione di scontento come quella attuale in Italia potrebbero tutti essere un pò più morigerati,responsabili e rispettosi dei cittadini tutti. NON CI SONO PAROLE!!!
  • 14/09/2007 14:48

    Non c'è niente da fare, o li cacciamo o ci tappiamo le orecchie. Sono impuniti ed impunibili, senza coscienza e senza vergogna. Ormai si sentono feudatari, ridono in faccia a tutto: V Day, Girotondi, petizioni, se ne fregano e ti prendono pure in giro aderendo allo sciopero della pasta. Vanno cacciati!Tutti!
  • 14/09/2007 15:15

    L'aero, la casa etutti gli altri privilegi di una politica che vive in un mondo distante anni luce dai cittadini, e la magistratura non interviene. Spero che tutto questo prima o poi finisca, o forse dobbiamo attendere una rivoluzione?
  • 14/09/2007 15:22

    Li beccano con le mani nel sacco ed hanno pure il coraggio di offendersi! Ci prendono pure in giro parandosi dietro a visite istituzionali!! Sudditi... ecco cosa siamo per loro. Che frustrazione, che amarezza....
  • 14/09/2007 15:27

    VERGOGNA!!!
  • 14/09/2007 15:32

    .... e poi non passa giorno che non ci rammentano che per il popolo italiano è dura arrivare alla fine del mese. Sarebbe ora di finirla.... a casa!!! tanto hanno di che campare per le prossime tre loro generazioni senza che si diano troppo da fare, con quello che hanno mangiato fino ad oggi.
  • 14/09/2007 15:32

    Mastella a casa, per sempre
  • 14/09/2007 15:41

    I politici sono sempre gli stessi approfittatori delle cose statali dobbiamo cambiare le leggi per dargli meno poteri e solo due legislature poi se sono in grado e ne dubito vadano a lavorare
  • 14/09/2007 15:43

    Il ns. vicepresidente del consiglio, e il ns. ministro della giustizia, sono andati a Monza a premiare chi ha rubato i piani alla ns. Ferrari. BRAVI Dopo aver pagato il CONTO di tasca vostra, DIMETTETEVI. e togliete le vs. facce di bronzo dal parlamento
  • 14/09/2007 15:44

    Anrebbero destituiti immediatamente. Questo paese è nel fango per colpa di questi sperperi. Il governo italiano costa 3 volte quello inglese (!!!) e quasi 2 volte quello tedesco. Noi subiamo solo tasse ma se la gente si ribella finiamo come la ex-jugoslavia. VATTENE MASTELLA!!! VATTENE GOVERNO!!! TABULA RASA
  • 14/09/2007 15:47

    Sono d'accordo con l'onorevole Mastella,in fondo che male c'e' ad usufruire dei soldi dei contribuenti per mantenere la promessa di accompagnare il figlio a vedere il GP di formula 1, sicuramente sono meno i soldi spesi per questa scampagnata, che quelli che l'onorevole si pappa sotto forma di stipendio, indennità, auto blu, portaborse, appartamenti pagati la metà, rispetto ai normali "sudditi", e varie. Ma perchè certa gente, che tra l'altro non sa fare neanche il suo lavoro, non la licenziamo, visto che siamo noi a pagare il tutto? Cordiali saluti
  • 14/09/2007 15:48

    un uomo delle istituzioni di fronte a queste protreste dovrebbe intelligentemente chiedere scusa e, dimettersi! Purtroppo siamo in Italia e conosciamo il Mastella dei ricatti..
  • 14/09/2007 15:56

    E inutile si commenta da solo questa ennesima furbata non furba. La nostra classe politica è milioni di anni luce da noi
  • 14/09/2007 16:04

    Nauseabondi individui, alla ricerca solo di agi e potere, porcherie senza riserve, persi nella loro folle corsa per demolire ogni ombra che interferisca sul loro potere. Esempio costante che esalta la miseria di uno stato fatto di coscienze perverse, di miserabili ladri, di ogni porcheria che la mente umana possa fantasticare... Vergogna ! Auguro a voi tutto il peggio, proprio quello che riservate a tutti quelli che voi pretendete di governare. marcella
  • 14/09/2007 16:20

    che dire,oramai abbiamo toccato il fondo bisogna ripartire con una nuova politica con gente giovane al governo far partecipe la gente ai nuovi progetti .fare piazza pulita del vecchio
  • 14/09/2007 16:45

    Mastella avesse almeno taciuto. Rutelli è uno sciocco, come Veltroni, come Prodi... Purtroppo esprimono il livello di chi li ha votati.
  • 14/09/2007 16:52

    Ma la Casta è "Kasta" e non si tocca! altrimenti che Casta è? Arroganze e prepotenze se le sono autorizzate per legge! E poi dice... che uno dice. La gente, al presente, mormora...il malcontento, ma attenzione ai crescendi Rossiniani.
  • 14/09/2007 17:20

    Signori (dis)onorevoli, complimenti per l'esempio che date ad un intero Paese in ginocchio per colpa vostra e le vostre inefficienze. Cosa volete che sia un aereo di Stato dinanzi a gente che non arriva alla terza settimana? Chi ci arriva, s'intende... Tanto a voi non vi tocca nessuno, perchè svolgete un MESTIERE intoccabile. Il vostro guaio è che siamo noi i vostri datori di lavoro... C'è un clima strano in tutto il Paese... Mah!
  • 14/09/2007 17:35

    Si parla solo del "poverino Mastella" che ha solo la colpa di aver profittato Lui e la sua famiglia compreso il codazzo di opportunisti delle generose tasche di Noi dico noi contribuenti che gli abbiamo strapagato l'aereo presidenziale per portare il loro "regale didietro in giro" e nulla diciamo sul quel "poverino di Rutelli". Allerta gente che la misura è colma!!!! Via questa spazzatura!! Ci vuole cambiamento: aria pulita!!! WWWWW Grilloooo!! rifacci sentire la tua voce
  • 14/09/2007 17:48

    Voi giornalisti, soprattutto quelli dell'Espresso, siete meschini fate schifo! Vergognatevi!
  • 14/09/2007 18:01

    Ministro giapponese suicida in seguto ad uno scandalo, almeno voi costituitevi.
  • 14/09/2007 18:07

    Se Mastella non vede mai i propri cari allora poteva stare a casa così, oltre al figlio, vedeva anche la moglie...
  • 14/09/2007 18:11

    Sarebbe ora che che la gente non li votasse piu.
  • 14/09/2007 20:22

    Cosa ci si può aspettare da un residuato della prima Repubblica.... Basta, devono rimanerci solo 2 legislazioni al massimo in quei palazzi, non a vita, la politica è un dovere civile non un lavoro. Mastella vergognati e abbi la decenza di non pigliarci in giro....
  • 14/09/2007 20:29

    E' incredibile la tracotanza e l'insensibilità dimostrata. Le spiegazioni fornite sono un'offesa all'intelligenza. I cittadini sono ritenuti proprio degli scemi ? Da non perdonare !
  • 14/09/2007 20:35

    se i paparazzi si mettessero sul forlanini (il viale verso l'aereoporto)....... mamma mia quante copie di giornali venderebbero........
  • 14/09/2007 21:20

    Mastella si vergogni, anche se come dice era una missione di stato ci voleva l'aereo presidenziale da Roma a Monza? forse i treni e le macchine blu (scorta Compresa) sono trppo pochi per lor signori?. Ebbene che provino a campare con 1200,00 euro al mese. In che mani siamo finiti, egoismo menefreghismo ed affari propri, e il Popolo: non conta niente e si vede a che livelli ci anno portato.
  • 14/09/2007 21:31

    Con questa generazione di politici vien da vomitare. Sono fuori dalla realtà, la cittadella dorata della politica ha bisogno di una ripulita tipo Tangentopoli. Per dare credibilità vera al paese bisogna azzerare tutti i previlegi al pari di un cittadino qualunque, se non sta bene se ne tornino a casa.
  • 14/09/2007 22:33

    A ragione da vendere Grillo, fanno veramente schifo...
  • 14/09/2007 23:21

    allora ci scandalizzavamo di un ministro socialista dai lunghi capelli che andava in balera accompagnato da 2 volanti della polizia di stato, AL PEGGIO NON C'E' LIMITE
  • 15/09/2007 02:21

    E uno schifo, i politici se ne approfittano e spendono i soldi che non gli appartengono. Si devono dimettere entrambi
  • 15/09/2007 08:01

    Già è insopportabile che facciano i loro porci comodi ma quello che fa più imbestialire sono le loro giustificazioni, ma cosa pensano? che siamo un branco di imbecilli? mi sa che se continua così ci sarà, prima o poi, una nuova presa della Bastiglia.
  • 15/09/2007 10:06

    è triste che i nostri politici attingano così tanto alle risorse di tutti. inutile dire che per un povero cristo manca anche il necessario, altro che andare in aereo a spese della comunità!!
  • 15/09/2007 11:50

    E poi dicono che noi, amici di Beppe Grillo, siamo per l'antipolitica! Continuano a non voler capire niente! O forse non ci arrivano? Noi siamo contro i politici, quelli che se ne stanno in parlamento da 40 anni, quelli che ci stanno non perché eletti ma per giochi di partito, quelli che ci stanno nonostante siano stati condannati o si siano salvati per prescrizione dei termini per il processo. Noi vogliamo la democrazia diretta !!
  • 15/09/2007 17:24

    Che squallore, da parte dell'Udeur, di trincerarsi sul "sono cose che loro hanno fatto!". Di grazia, allora che differenza c'è tra ieri ed oggi? Perche' si deve cambiare se tutto - alla gattopardesca - rimane come prima?
  • 15/09/2007 18:01

    Credo che veramente stiamo toccando il fondo dell'imbecillità. Perché nessuno in parlamento ha chiesto un'interrogazione su questa vacanza di Mastella e di Rutelli? Perché nessuno si interessa di rendere pubbliche le spese dei parlamentari? Perché siamo l'unico paese d'Europa che vive nella nebbia ????
  • 15/09/2007 18:44

    non si puo aspettare di meglio da uno così. POVERA ITALIA!!!!
  • 16/09/2007 08:44

    uno schifo
  • 16/09/2007 11:54

    Un solo commento: tutti a casa!!!
  • Sono presenti 83 commenti
 

FOTO DEL GIORNO

Beyoncè

Beyoncé, Cruz e Lopez,
le star meglio vestite

Secondo 'People' le donne meglio vestite dle 2007 sono Beyoncé, Penelope Cruz e Jennifer Lopez. Per quanto riguarda gli uomini, in testa alla classifica ci sono Beckham e poi Depp, Clooney e Pitt

Leggi la notizia

 

LE FOTO Beyoncé  Lopez  Cruz