• Che lavoro cerchi:

  • Dove:

HOMEPAGE > Cronaca > Genova, Equitalia pignora l'appartamento a coppia con 3 piccoli per 17mila euro

Genova, Equitalia pignora l'appartamento a coppia con 3 piccoli per 17mila euro

Una coppia con tre bambini, una femminuccia di 21 mesi, e due maschietti di 7 e 12 anni rischia di finire in mezzo a una strada per un debito di 17mila euro con Inps e Inail. Equitalia ha avviato le procedure d’asta per recuperare la somma. "Da due giorni non dormo. Cosa sara’ di noi e dei nostri bambini. Siamo gente onesta. Cerchiamo di pagare le tasse, ma cosi’ e’ troppo. Siamo schiacciati"

| | condividi
Contribuente alle prese con le tasse (Corsini)

Genova, 11 febbraio 2010 - Una coppia con tre bambini, una femminuccia di 21 mesi, e due maschietti di 7 e 12 anni, rischia di perdere il tetto dove vive a Genova per un debito da 17mila euro verso enti pubblici che ora la societa’ di riscossione Equitalia vuole recuperare con la messa all’asta del loro appartamento.

Il Difensore civico della Provincia di Genova Pietro Gambolato che si occupa del caso chiede la sospensione da parte di Equitalia di tutte le procedure per le vendite della prima casa in cui abitano i proprietari che non hanno altri immobili.


‘’In un momento in cui le banche rinviano i pagamenti delle rate dei mutui per le famiglie in difficolta’, in cui si rinviano gli sfratti - afferma Gambolato - in presenza di situazioni di sofferenza come questa, Equitalia dovrebbe sospendere le procedure per la messa all’asta’’.


E lo stesso Difensore civico propone che la banca che ha concesso il mutuo alla famiglia per l’acquisto della casa, lo ricontratti, assorbendo il debito e concedendo loro la liquidita’ necessaria per sistemare la situazione.

 

‘’Da due giorni non dormo. Cosa sara’ di noi e dei nostri bambini. Noi siamo una famiglia unita, ci vogliamo bene. Siamo gente onesta. Cerchiamo di pagare le tasse, ma cosi’ e’ troppo. Siamo schiacciati. Mi auguro che qualcuno si metta una mano sulla coscienza’’: e’ disperata Simona Lanzino. Da due giorni ha saputo dell’asta fissata da Equitalia per il 10 marzo, per la vendita del suo alloggio, 80 metri quadri, in via Burlando, sulle alture di Genova.

Lei e suo marito Giovanni Fidone in quella strada ci hanno sempre vissuto, prima in affitto, poi, dal 2000 in una casa di proprieta’ che hanno comprato con un mutuo. In quella casa hanno avuto i loro due ultimi figli. E quella casa per loro e’ tutto.


Equitalia ora ha avviato le procedure d’asta per recuperare 17mila euro, debiti verso Inps e Inail che Giovanni aveva contratto quando si era messo in proprio come artigiano.


Una situazione che la coppia aveva tentato di sanare nel 2007 accedendo ad un prestito concesso loro dal Centro emergenza famiglie. Con quell’assegno da 5900 euro erano andati agli sportelli di Equitalia convinti di poter sistemare la vicenda. Ma, stando al racconto di Simona, proprio in quella circostanza avevano scoperto di avere altri 7mila euro di debito. Cifra che in poco piu’ di due anni si sarebbe moltiplicata fino a raggiungere quota 17mila.

 

EQUITALIA: "RATEIZZIAMO"


La societa’ di riscossione di tributi Equitalia Sestri ha convocato nei suoi uffici ‘’per chiarire la loro posizione’’ Simona Lanzino e Giovanni Fidone. ‘’Il Gruppo Equitalia - si legge in una nota - assolve al fine istituzionale stabilito dalla legge, con grande attenzione nei confronti dei contribuenti e agendo nella massima disponibilita’ soprattutto verso i cittadini in difficolta’’’.


La societa’ ricorda anche che, ‘’per i contribuenti in stato di oggettiva difficolta’, e’ concessa la possibilita’ di rateizzare le cartelle di pagamento fino a un massimo di 72 rate e per un importo minimo di 100 euro’’.

 

BURLANDO: "EQUITALIA SOSPENDA IL PIGNORAMENTO"

 

Equitalia deve sospendere le procedure di pignoramento della casa quando i soggetti indebitati con enti pubblici sono proprietari della sola casa in cui vivono. È quanto sostiene il presidente della Regione Liguria, Claudio Burlando, commentando il caso di una famiglia con tre bambini che rischia di perdere la casa pignorata da Equitalia per un debito verso enti pubblici.


"La pesante situazione di crisi che stiamo vivendo - spiega Burlando - purtroppo crea numerosi casi simili, e mi sembra del tutto condivisibile la proposta per la moratoria avanzata dal difensore civico della Provincia di Genova Pietro Gambolato. La Regione Liguria può studiare il modo di offrire garanzie che facilitino l’aiuto a famiglie in difficoltà con le rate dei mutui da parte delle banche".

  • 11/02/2010 21:00
    Pensiero
    Non è per ricollegare tutto a Berlusconi, solo per riflettere sul valore di 17.000€ che per una personalità come lui, sarebbero il corrispettivo dell'assegno di mantenimento (forse appena)di una settimana da versare alla ex coniuge: una bazzeccola. Lui che si dè tante arie da populista, volete vedere che di fronte a questo caso così drammatico si muoverà a compassione?
  • 11/02/2010 21:11
    rattones
    Sarà bene che il governo incominci a valutare queste notizie,che, a mio parere ci saranno sempre più i casi analoghi- e quando si viene schiacciati, come dice la famiglia in oggetto,tutto, potrebbe diventare lecito ,anche le azioni più spiacievoli,Un augurio che tutto si possa risolvere per questa famiglia-
  • 11/02/2010 21:22
    luana
    Scrivo da una grande città del nord.se può consolare la famiglia di Genova,a me Equitalia,ha sequestrato l'auto e pignorato un appartamento per un debito di 1400 euro. Le spese di registro per il pignoramento dell'appartamento sono state di 500 euro circa. Chi vive come me di modesto stipendio e non ce la fa a pagare,viene bastonato. Complimenti!
  • 11/02/2010 21:45
    eolo
    Complimenti, sempre forti con i più piccoli!! Con i grandi si sana e con gli evasori si finge di non vedere..Bravi
  • 11/02/2010 22:05
    anna
    E' un fatto molto triste. In Italia siamo sempre pronti ad aiutare gli extracomunitari, a dare loro casa, luce acqua ed altro, tutto gratis , ma quando si tratta di aiutare un italiano ci tiriamo indietro. Vergogna!
  • 11/02/2010 22:39
    treg
    e certo così sono certi di ricavare una cifra maggiore di 17.ooo euro. che certamente intascheranno loro e non daranno il rimanente alla famiglia. che schifo! vatti a fidare, peggio deglli strozzini
  • 11/02/2010 23:07
    Pensiero
    Come fa la gente semplice a credere ancora nell'operato della politica quando si verificano fatti del genere? Per agevolare i grandi evasori che depositano fondi all'estero, vengono confezionati scudi fiscali ad hoc con agevolazioni ancora più allettanti degli sconti di fine stagione, per i poveretti che si trovano in serie difficoltà la "legge" (se così si può chiamare) viene applicata alla lettera e senza sconti. E' questo il marciume del nostro sistema politico ed economico che elargisce favori a chi non ne avrebbe bisogno, per poi accanirsi brutalmente su chi per pagare dovrebbe (magari) farsi espiantare e vendre gli organi.
  • 11/02/2010 23:56
    Schiavo
    Purtroppo, Equitalia (49% INPS e 51% Agenzia Entrate(Fisco)) hanno avuto il potere (sia dalla politica di sinistra che di destra)di impossessarsi anche degli averi di prima necessità dei cittadini italiani (ormai schiavi)per somme ridicole che non sono debiti,ma denari che i governi dicono che gli spettano di diritto. Le tasse vanno pagate per carità,ma se un cittadino ha problemi a farlo non bisogna trattarlo come fosse un ladro e privarlo dei suoi miseri averi.In tutti i casi comunque è quasi impossibile essere evasore in quanto esistono balzelli OVUNQUE. E' triste inoltre vedere e sentire persone di fazione sinistra e destra scannarsi tra loro perchè non hanno veramente ancora capito cosa stia succedendo nella realtà politica.Se tutti spendessero un poco del loro tempo per capire come mai questo paese è cosi indebitato e soprattutto capire dove vanno a finire gli oceani di denaro che i governi incassano ogni anno,le cose sicuramente comincerebbero a cambiare. La fatidica piega del fazzoletto.
  • 12/02/2010 07:53
    alvise
    Per riassumere, è ora di finirla col farci depredare da una banca privata, che vende il denaro allo stato, anzi, impossessandosene arbitrariamente, dalla sua nascita ad oggi, indebitandoci.Il mio non è un discorso filosofico, è tangibile e vero.Se questa famiglia facesse tirare fuori il discorso Signoraggio, si solleverebbe un polverone peggio del Ghibli. Purtroppo nemmeno gli avvocati conoscono il Signoraggio, l'aiuto può venire solo da noi.Io sono di genova ed ho scritto una lettera al nostro giornale cittadino, dicendo alla famiglia di contattarmi.La mia associazione si interessa appunto della grande truffa del signoraggio.Sul sito della banca d'italia, come in quello della BCE, è descritta in calce la parola "Signoraggio", non mi sto inventando niente. lapalanca.2009@gmail.com
  • 12/02/2010 07:54
    alvise
    In casi come questi, si chiama sempre in causa il governo, qualunque sia il colore.Il fatto è che ci sono le leggi, e queste leggi, aziende come EQ. le fanno rispettare.Allora secondo me è sbagliato muoversi in quella direzione, anche perchè risolto uno ce ne saranno migliaia.Uno dei creditori è l'INPS.L'INPS è socia della banca d'italia, e si cucca una bella fetta del Signoraggio.In parole povere, il Signoraggio è la vendita del denaro allo stato.Se la vendita del denaro, cioè la spesa per acquistarlo, fosse dovuta alla sola spesa tipografica, ci costerebbe poco, invece la spesa che deve sostenere lo stato, cioè noi, è enorme, e chi incassa?La banca d'italia PRIVATA.Mi è sembrato giusto chiarire un concetto, anche se ci sarebbe da parlare per ore, ma non è ne il caso, ne il tema. continua.....
  • 12/02/2010 08:50
    Piollo
    Mentre a Bologna i cantanti e i preti hanno organizzato una raccolta fondi per salvare una chiesa dalle infiltrazioni di umidità raccogliendo più di un milione di euro... E gli stessi dove sono quando si tratta di aiutare un essere umano? se almeno fosse stata una famiglia extracomunitaria ci sarebbe stata qualche associazione interessata ma così...
  • 12/02/2010 08:57
    MARCO PD (Padova)
    Ci sono altri padri di famiglia che quei 17000 li hanno pagati con fatica... Non si può sempre farla passar liscia a chi fa il furbo. Io partirei dall'abolizione delle case popolari, sconveniente istituzione a beneficio di meridionali ed extracomunitari..
  • 12/02/2010 12:12
    lorenzo
    Il giorno che qualcuno capira' che la situazione è davvero pericolosa sarà troppo tardi-Gli italiani oramai vivono di stenti e difficilmente riescono a pagare queste ridilcole multe ideate per far cassa-Un po di buon senso farebbe capire a questi strozzini autorizzate di banche che se un poveraccio non paga la multa è perche' non riesce ad arrivare a fine mese-Ma aguzzini di banche vi siete accorti che siamo sul bilico della bancarotta?aver fatto lo scudo fiscale dovrebbe farvi capire che stiamo raschiando il fondo-io sinceramente parlando vi avrei fatto fallire perche' è la vostra ingordigia che ci sta portando al baratro- pagate i soldi 1% e poi ci strozzinate pignorando quello che ci è rimasto pagare 153 euro + 6 punti della patente per non essermi accorto che una buzzicona di vigilessa mi ha fatto cenno (senza paletta e senza fischietto) di fermarmi e io purtroppo mi sono visto recapitare questo ladrocinio autorizzato-6 punti avete capito benestato-che schifo -
  • 12/02/2010 12:29
    renny
    questa è l'ennesima prova di quello che ho sempre pensato. in italia ci sono persone cosiddette "caritatevoli" che non esitano, solo per apparire e fare bella figura davanti agli altri, che sbandierano i loro aiuti ai bambini haitiani, a quelli africani, a quelli sud-americani, tramite donazioni, operazioni gratis e quant'altro (tutte belle cose senza dubbio), ma poi se ne fregano dei bambini italiani e delle famiglie italiane come questa e tante altre che sono in difficoltà. certo, fa più figo ad aiutare quei bambini, quegli adulti, che mettersi in gioco invece per le nostre famiglie e i nostri bambini, non è corretto politicamente perciò non frega un tubo a nessuno. tutti quei medici che vanno a operare gratis bambini stranieri e poi fanno morire i nostri che non hanno la possibilità di curarsi a me fanno rabbia e non sono gli eroi che vogliono far credere. è ora di piantarla con tutta sta' gente che fa il bene a senso unico la loro è solo falsità e niente altro.
  • 12/02/2010 12:34
    serafino
    Equitalia,mutuo,prestito,debito questa è l'italia tutto un debito...Per uscirne vivi fai uno stop al debito.Torna alla casa in affito,non aprire c/c non fare debito e finalmente sarete liberi..Serve il coraggio che avete dimostrato tirate fuori le palle...
  • 12/02/2010 12:40
    renny
    continua... in italia si danno case agli stranieri e si lasciano gli italiani poveri e malati (ce ne sono tanti) in mezzo alla strada, si fanno venire gente da fuori e la si cura gratis, si fanno operazioni gratuite a gente dell'afganistan e paesi analoghi, ma non si curano e non si operano persone indigenti che non si possono permettere le cifre che chiedono gli ospedali. la sanità da noi è gratuita a parole, chi deve fare esami urgenti e non ha la possibilità aspetta anche 10 mesi o addirittura più di un anno altrimenti se lo paga. chi non ha i mezzi aspetta e nel frattempo se si tratta di una malattia grave può anche morire. certo che curare e operare gli italiani non fa scalpore, vuoi mettere operare un bambino afgano? operare un bimbo italiano grave può aspettare tanto forse qualcuno paga o no? a me francamente questo sistema mi fa schifo e rabbia è una forma di ipocrisia vergognosa. la famiglia in questione deve essere subito aiutata a cominciare dal comnune e la regione.
  • 12/02/2010 15:45
    francy
    sono d'accordo con anna del 11/02/2010 e aggiungo pure che i nostri ministri non pensino sono a gongolarsi sù imprese che possano essere riusciti a risolvere(vedi abruzzo),che con tutti i soldi che hanno ricavato dalle telefonate e con sms, le donazioni che sono state fatte,sono riusciti a mettere in piedi con grande piacere l'aquila. ora è tanto che lo dico e lo ripeto fare pagare gli evasori furbi và bene, ma ancora non hanno capito niente che gli italiani operai e pensionati,non riescono ad arrivare a fine mese.nonostante tutto spero vi giungano queste mail e che capiate le ingiustizie che le vostre leggi fanno e continuano a fare.auguro con tutto il cuore che a quella famiglia non venga portata via la casa e che qualcuno intervenga a favore di quanto stà succedendo in italia.perchè come loro c'è nè sono tanti
  • 12/02/2010 21:22
    gianni
    dei nostri problemi allo stato non interessa niente, devi pagare anche cartelle prescritte di dieci anni e moltiplicate altrimenti pignorano. I ricorsi neppure li leggono nè rispondono. Nessuna pietà per noi poveracci di italiani. Io dopo aver pagato negli anni milioni di lire e centinaia di euro a questo schifo di apparato statale se non mi pagavo le visite urgenti di tasca mia chissà... Vorrei sapere che cosa gli ha dato lo stato (inps) per pretendere 17.ooo euro a quella povera gente.
  • 12/02/2010 22:17
    FERDINANDO RONDINELLI
    e' semplicemente sconvolgente.
  • 14/02/2010 10:09
    pepponenero
    qualche giorno fa in comune ho visto esposta in bacheca una lista di nominativi di soggetti ai quali venivano dati sostegni economici, la cosa abberrante è che la maggior parte erano estacomunitari e, l'altra soggetti che, a mio avviso, non necessitano di dette sovvenzioni deducendolo dal tenore di vita che conducono e dalle auto in loro possesso, chiedendo motivazioni all'ufficio preposto la risposta, alquanto vaga, è che dette sovvenzioni vengono rilasciate in base al reddito del nucleo famigliare, , se venisse fatta un'indagine approfondita si evincerebbe il presupposto di annullare dette sovvenzioni a molti soggetti richiedenti e "dirottarle" a persone che HANNO VERAMENTE BISOGNO, che gli enti preposti si attivino a controllare a chi vengono date agevolazioni che non spettano e che il bonus venga calcolato su parametri più ampi atti alla veridicità del reddito effettivoe sopratutto che gli estracomunitari che "ciondolano" tutto il giorno in piazza che vengano controllati approfonditamente
  • 14/02/2010 10:16
    pennello
    siete solo un branco di piagnucoloni ipocriti:questi avevano un debito con inps e inail necessario per pagare anche le vostre pensioni ed eventuali infortuni,era quindi un debito nei nostri confronti:se io becco una semplice multa vengo iscritto a ruolo ed un ente riscossione tributi può espropriarmi anche la casa.arabbiati solo quando picchiano un cane o se la prendono con una famigliola con femminuccie e maschietti.siete patetici di fronte a certe notizie dimenticando che la legge è uguale per tutti.
  • 14/02/2010 12:59
    Chiara
    Conosco bene la situazione, ci sono passata. Nottate intere senza dormire, a guardarmi negli occhi con mio marito chiedendoci "e adesso come si fa?" e poi alzarci la mattina e indossare un sorriso smagliante per non far capire niente ai bimbi. Ora siamo abbastanza tranquilli, ma è una sensazione orribile. e la persona che, truffandoci, ci ha messi in questa situazione, riceve un sussidio di "povertà" dallo stato. questo è il paese in cui viviamo, dove gli stranieri hanno una corsia preferenziale e noi stiamo in corsia d marcia, a 20 all'ora, perché se non li facciamo passare siamo cattivi e razzisti. a firenze ci sono case popolari occupate dagli zingari:andrebbero sgomberate e date agli italiani onesti ke non ce la fanno +,come le persone di questa storia.
  • 14/02/2010 15:22
    baffone
    E' sempre la solita storia!!!! Equitalia è tutt'altro che equa e non è nemmeno (come equus )nobile come un cavallo, ma testarda e dura come un mulo. Questa società pseudogovernativa o pseudopubblica (49% inps - 51% agenzia delle entrate) forte e prepotente con i deboli, debole con i forti e cieca con gli evasori, si accanisce contro gente che non può difendersi come la famiglia di Genova quando basterebbe un po' di buon senso per trovare una soluzione come rateizzare o sospendere per x mesi.No, come gli strozzini o i cravattari, quando c'è gente piena di quattrini da scoppiare che la tira per le anni ed anni per non pagare cifre irrisorie, forte dei mille cavilli che trovano gli avvocati e col beneplacito delle alte sfere che ci amministrano. per non parlare degli evasori che ora rientrano, ma che quando hanno evaso lo hanno fatto sotto gli occhi di tutti. Mille facilitazioni per chi si introduce in Italia: casa, luce ed altri servizi gratuiti ed una onesta famiglia italiana buttata sul lastrico. Vergogna!!!
  • 14/02/2010 18:05
    luciano2
    ecco in questo caso sarei pronto a donare un euro,perchò non fanno in questi piccoli casi l'attivazione tramite gestori telefonici,al raggiungimento della cifra bloccare le donazioni,le tasse vano pagate da tutti,siamo noi che dobbiamo aiutare non lo stato per il semplice fatto che per certe cose diciamo tutti ci deve pensare lo stato e ce laviamo le man,lo stato siamo tutti noi
  • 14/02/2010 18:27
    antonio
    noi italiani siamo forti,vi domandate perchè, è semplice le leggi si fanno in base alla costituzione vigente,la costituzione prevede gli obblighi del cittadino nei confronti del cittadino medesimo (che ora chiamano STATO)venuto a mancare il diritto del cittadino nei confronti del cittadino tutto si risolve nell'interesse di alcune persone, dette persone sono state aiutate da noi cittadini per esempio (Banche,Aziende come FIAT, aiuti alla RAI,sovvenzione ai partiti)come credete che siano state aiutate, semplice con le tasse e quando finiranno, metteranno le tasse sull'aria che respiriamo ( anche se questa già c'è sottoforma di tassa per l'inquinamento)credo che i "Signori" non capiscono che è molto imprudente far raschiare il fondo agli onesti. Noi ITALIANI dobbiamo stare attenti non abbiamo un governo italiano perchè governare vuol dire per un padre di famiglia pensare ai propri figli aiutarli la dove loro non possono, non buttarli nel dirupo o peggio fare il "pappone" su di essi
  • 14/02/2010 20:57
    franz
    che significa un debito con l'inps e l'inail di 17mila euro?vuol dire che ha evaso dei contributi dovuti.e allora cos'è sto casino?pure io che sono un free lance li devo pagare.e se non lo faccio mi iscrivono a ruolo proprio come si fa con chi evade.se non possono permettersi di sostenere il mutuo che riaffittino una casa a canone agevolato.ma sarà una notizia da dare?
  • 14/02/2010 21:08
    amilcare foglioni
    che la sinistra si attacchi all'emozione della notizia per fare il solito qualunquismo antigovernativo è plausibile ma che quelli di destra paladini della giustizia cadano nella retorica più bieca e pecoreccia sostenendo la tesi dell'ingiustizia verso i più deboli è ancora peggio:questi evadano 17mila euro e voi fate gare di paternalismo?siete ridicoli!
  • 14/02/2010 21:59
    FERDINANDO RONDINELLI
    per pennello ci mancherebbe altro che gli enti in questione non riscuotano quanto dovuto,ma magari dilazionando in tempi proporzionati alle possibilita'dei debitori, anche gli interessi legali sono giusti, che diamine! non credo che nessuno neghi il diritto. a proposito lancio da questo sito un appello, smettiamo di usare pseudomini, usiamo i nostri nomi e cognomi, mi sembra piu' bello!
  • 14/02/2010 22:24
    Luca Bologna
    Allora qualcuno si e' accorto che sono i piccoli artigiani a rischiare tutto... che vergogna!
  • 15/02/2010 00:03
    bric
    sono di centro-destra, ma non mi ritengo ne razzista ,ne fascista ecc. come in certi casi veniamo etichettati, ma da italiano mi rendo conto che gli italiani onesti ci rimettono sempre . Passi gli evasori, passi i falsi invalidi,passi i politicanti papponi , ma senza entrare nel merito del argomento, che le tasse vanno pagate da tutti,espongo un esempio diretto dove uno zingaro che lavora con me ( casa popolare ,non paga nessuna utenza ,tutte le agevolazioni del caso, prende la busta paga ) ha sotto le chiappe una stationwagon da 30.000 euro e una ragazza marocchina benestante ,(lo dice lei) ha assegno familiare di 250 euro in busta per mantenere figlio e mamma in marocco ,quando ne prendo io 40 per un figlio. Dove cavolo sta' la giustizia .POVERA ITALIA/ITALIANI
  • 15/02/2010 08:36
    Elena
    sono giorni che mi dico " sta zitta che è meglio..." ma pensate sia la prima volta?? 17.000 euro sono tanti... io ho fatto corse su corse in equitalia ( fa parte del mio lavoro ) per far togliere sequestri su automezzi, ipoteche, blocco dei conti correnti. Già!! non lo sapete?? Equitalia può fare anche quello. avete presenti 29 euro? bene... sequestro partito per quella cifra. Avete presente 120 euro?? sequestro partito per quella cifra. che si tratti di multe stradali, irpef, irap, iva, tasse o tassette... dal bollo auto, alle concessioni governative, equitalia non guarda in faccia a nessuno. Invia un avviso, e se non paghi ti mette il sequestro sul bene. Se ti va male l'ipoteca sulla casa. Ne ho sulla scrivania uno da 53.000 euro. Hanno messo il fermo amm.vo su tutti i mezzi di questa ditta. Motivo? questo signore non è riuscito a pagare le imposte di un anno, non aveva proprio un cent. Lavora 14 ore al giorno, niente ferie,niente malattia. come fa ora, che non può usare neppure un furgone? come paga???
  • 15/02/2010 08:47
    Elena
    ... e non basta. è toccato anche a me per una multa per divieto di sosta. Mi sono ritrovata il fermo amm.vo sulla mia auto per una cartella esattoriale che non ho "mai" ripeto "mai" visto. è accaduto un paio di anni fa. In archivio avevano un indirizzo sbagliato, dove io non risiedo più dal 1990. Bello vero? 17 anni per aggiornare un domicilio!!! che chiaramente io avevo comunicato all'anagrafe, all'agenzia entrate, alla camera di commercio. Ho chiesto, e mi è stata concessa, la nullità della notifica, il procedimento è ripartito da zero ed ho pagato la mia multa (effettivamente da pagare) nei termini. Ma aveve un'idea di quante persone si sono trovate in questa mia situazione? Un mio cliente ha cambiato 3 volte casa in due anni e si è trovato l'ipoteca sull'immobile per lo stesso mio motivo. Adesso hanno cambiato modus operandi... ma non stupiamoci "Ora"... sono anni che va avanti questa storia, solo che non era ancora finita sui giornali con la giusta risonanza.
  • 15/02/2010 09:00
    Elena
    ... e comunque ( scusate se mi dilungo ) difetti di notifica a parte, ingiusto sequestro di beni che sono necessari per lavorare e quindi pagare le cartelle esattoriali, blocco dei conti correnti che impediscono di pagare anche i fornitori o i dipendenti ( e fallimento probabile pertanto...) equitalia mette a riscossione somme "dovute". Il metodo mi fa imbestialire, ma dobbiamo riconoscere che le somme erano dovute. Si tratti di multe stradali o altro, erano dovute. Per quello che riguarda poi le imposte,il fermo è l'ultimo atto. Si riceve prima un avviso "bonario" ( mi risulta che devi pagare questa cifra, è vero? Se paghi hai le sanzioni ridotte ) poi arriva la cartella esattoriale, poi il preavviso di fermo e infine il fermo vero e proprio. Volendo e potendo si agisce prima rateizzando. Ma restano casi in cui non c'è proprio modo di pagare. se mi sequestri tutti i beni non ci posso neppure provare. E' questo l'assurdo, non che si chieda il dovuto allo stato...
  • 15/02/2010 15:53
    paolo bellenghi
    è ora di chiudere equitalia e mandare tutti i suoi dipendenti a lavorare la terra muniti solo di zappa. si tratta di una delle più inutili istituzioni italiane, figlia degenere di quelle già degeneri esattorie provinciali che tanti danni hanno fatto al paese. le tasse vanno pagate in posta, tramite posta, e non attraverso società partecipate guarda caso anche dall'inps. Le aste esattoriali sono uno scandalo in cui si prende ai poveri, alienando a dieci quello che vale cento, per arricchire i già ricchi.
  • 16/02/2010 00:50
    DONI
    CHIUDETE EQUITALIA!
  • 16/02/2010 09:29
    pucci
    sono pienamente daccordo con Franz. era un artigiano evasore fiscale, è giusto che Equitalia gli venda all'asta la casa se non può pagare il debito. tutti i soldi che ha evaso dove sono??? in svizzera??? in italia le tasse le pagano solo i dipendenti a busta paga, per fortuna che adesso lo stato con i fermi amministrativi sulle auto, con i pignoramenti e le ipoteche sugli immobili riesce a recuperare qualcosa, fino ad ora questi signori evasori la facevano franca perchè poverini non avevano niente se non la casa peraltro acquistata con soldi sottratti alla collettività, a noi poveri italiani onesti. è facile mettere avanti sempre i bambini per muovere a compassione gli italiani, ma i signori devono anche spiegare ai loro figli che l'italia è il paese dei furbi come loro, evasori fiscali.... i cattivi non sono quelli dell'equitalia!!!! vergognatevi.
  • 16/02/2010 10:34
    VANNA/FI
    SCUSATE, MA QUESTO SIGNORE è COMUNQUE UN EVASORE. PER QUANTO TEMPO UN ARTIGIANO NON HA PAGATO INPS ED INAIL PER ARRIVARE A TALE CIFRA? E FORSE ERA PIù ONESTO DI ALTRI E FATTURAVA COSA CHE TANTISSIMI ARTIGIANI NON FANNO ABITUALMENTE, TIPO IDRAULICI ECC. COMUNQUE NON è UN GRANDE EVASORE ALTRIMENTI GLI FAREBBERO UN LAUTISSIMO SCONTO TIPO IL GRANDE PAVAROTTI E QUEL SIMPATICO MOTOCICLISTA CHE TUTTI ADORANO. POSSIAMO FARE UNO SCONTO IN PERCENTUALE A TUTTI? SAREBBE VERAMENTE UNA PAR CONDICIO....
  • 16/02/2010 16:19
    pensiero occulto
    purtroppo, per questa familia, non facente parte della enorme cricca di quelli che possono impunemente evadere deve soccombere. per cui se ne facciano una ragione. niente 5% per loro..e che rimpatriano?.. e vai berlusca e soci inventatevi qualche altra legge ad personam, salvate i soci che evadono miliardi di euro e tritate queste nullita' che non vogliono pagare. almeno i piccoli devono pagare...e che diamine, pensano davvero di far tutti parte della grande cricca? quelli che devono spartirsi i proventi dei vari expo, ricostruzioni, ponti, strade, sono gia' tanti. percio' oltre i soldi che provengono dall'estero, pagati da altre nazioni, anche gli italiani devono contribuire a far si che la spartizione possa essere florida, continua, abbondante. percio' pagate e...muti! altrimenti vi dicono che le hanno pure abbassate(giustamente, questo vi meritate)! hl.
  • 17/02/2010 13:33
    Giorgio
    Guadagno 800 euro al mese, di cui oltre la metà se ne va in affitto. E ogni tanto mi vedo recapitare, come molti altri italiani, queste vere e proprie lettere intimidatorie da parte di Equitalia, dove mi si minaccia di sequestrarmi casa (che non ho), stipendio, conto corrente bancario e automobile (un vecchia Ka di 15 anni fa: valore commerciale=0). Tra l'altro so che i dipendenti di Equitalia, per fare questo "bel" lavoro, così utile socialmente, prendono lauti stipendi. Lo Stato dovrebbe smetterla di pretendere (vorrei dire estorcere) i soldi da noi poveracci e prenderli da chi guadagna davvero!!!
  • 17/02/2010 14:38
    scricciolo
    BRAVI, RICORDATE PERO' CHE ESISTE ED E' ESISTITO ROBIN HOOD
  • 17/02/2010 14:39
    scricciolo
    ... MOLTO FACILE FARE DI NECESSITA' VIRTU' ! BRAVI, RICORDATE PERO' CHE ESISTE ED E' ESISTITO ROBIN HOOD
  • 18/02/2010 08:24
    Elena
    Vanna/fi: scusami se mi permetto una precisazione: questo signore non è un evasore, ma un contribuente moroso. E l'assurdo è proprio questo: un evasore non dichiara reddito o lo dichiara in misura inferiore, se non hai redditi ufficiali non hai tasse da pagare. Quindi equitalia non ti viene a chiedere niente perchè "non sa". Il caso che ho portato io, è di un cliente che il suo reddito lo ha dichiarato "tutto". fino all'ultimo centesimo. Ma è in una situazione economica talmente brutta che non è riuscito a pagare le imposte, l'inps e l'iva. E ora equitalia gli ha messo il sequestro sui beni. Se avesse evaso, nessuno gli avrebbe chiesto nulla. Sta qui il vero dramma... chiedono a chi dichiara le proprie entrate, non a chi si mette in tasca fior di quattrini in barba a tutti quanti... Al di la' del fatto che le tasse vanno pagate e da tutti. Disgustoso, vero?
  • 18/02/2010 18:01
    nadia
    vergogna! non si puo mettere il fermo macchina ipotecare la casa per delle multe triplicate quando si hanno difficolta a trovare lavoro a vivere come si pretende che i giovani possano vedere un futuro? siamo braccati da questa equitalia e pazzesco!
  • Sono presenti 43 commenti
QuotidianoNet Edicola On Line
Quotidiano.net su Facebook
Le offerte di Quotidiano.net

DietaClub

Inserisci il tuo peso e altezza
per ottenere il tuo profilo dieta
Altezza: cm
Peso: kg
 
 

Offerte moda

YOOX.COM

NUOVA COLLEZIONE
PRIMAVERA/ESTATE
Approfitta della spedizione gratuita!

powered by Yoox


Offerte Hi-Tech

Samsung SGH-i900 Omnia

prezzo:270,99 €


MioFotoLibro

MioFotoLibro.com

Le tue foto diventano un libro. Nessun software, pensiamo a tutto noi, in modo concreto, essenziale.