HOMEPAGE > Cronaca > Buon compleanno, Italia: valanga di post contro la Lega che non festeggia

Buon compleanno, Italia: valanga di post contro la Lega che non festeggia

Speroni,  capodelegazione della Lega Nord all’Europarlamento, spara a zero sui festeggiamenti. "L'inno? Mi provoca fastidio: mi sento un pò oppresso da chi mi ha conquistato"

| | condividi

Roma, 16 marzo 2011 - "L’unità d’Italia non è un evento da festeggiare". Anzi, "sarebbe stato meglio se non ci fosse stata perchè così la Padania sarebbe più ricca". E ancora: "Quando ascolto l’inno di Mameli provo fastidio, perchè mi sento un pò oppresso da chi mi ha conquistato". Infine: "Non esporrei mai dal balcone di casa mia il Tricolore". Sono le affermazioni del capodelegazione della Lega Nord all’EuroParlamento, Francesco Speroni, intervistato dal quotidiano online Affaritaliani.it alla vigilia della festa del 17 marzo.

Domani, come festeggia l’unità d’Italia? "Sono a Bruxelles a lavorare al Parlamento europeo".

E se fosse in Italia? "Non festeggerei perchè per me non è un evento da festeggiare".

 Che cos’è allora? "È un evento storico come la battaglia di Canne o tanti altri".

 Quindi non c’è nulla celebrare... "No. Per me no. Poi ovviamente se uno vuole festeggiare... festeggi".

 Ma dal Pdl vi hanno accusato di non voler festeggiare il 17 marzo... "Non vedo perchè debba essere obbligato a festeggiare qualcosa. C’è anche chi non festeggia il Natale o la Befana".

 Dal suo punto di vista, che cosa rappresenta l’unità d’Italia? "È un fatto storico. Ne prendiamo atto e rispettiamo quello che è successo. Non contesto le istituzioni ma per me sarebbe stato meglio se non ci fosse stata l’unità d’Italia... però è andata così".

 In che senso? "Il Nord sarebbe più ricco".

 La Padania... "Giusto, la Padania sarebbe più ricca".

Ci sarà il 200esimo dell’unità d’Italia? "Quello che succederà dopo la mia morte mi interessa ben poco".

 Che cosa si auspica per i suoi figli e nipoti? "Saranno loro a farsi gli auspici. Non decido per gli altri".

 Che cosa rappresenta secondo lei l’inno di Mameli? "È l’inno nazionale di uno stato. Punto e basta".

 Che cosa prova quando lo ascolta? "Fastidio. Perchè mi sento un pò oppresso da chi mi ha conquistato".

 Quindi il Nord è stato conquistato? "Scusi, non son venuti i piemontesi e i francesi a conquistare la Lombardia?".

 Schiavi di Roma? "A parte che è la vittoria che è schiava di Roma. Però...".

 La Padania è schiava di Roma o no? "È soggetta alle leggi che vengono fatte a Roma anche con il contributo dei padani. Siamo uno stato democratico".

 E il Tricolore? Le piace? "Lo rispetto, ma non posso dire che mi piace".

 Lo esporebbe fuori dal balcone di casa sua come ha chiesto di fare il ministro La Russa? "Direi proprio di no". La bandiera della Padania esporrebbe? "Quella sì. Certamente. Per semplificare diciamo che sono sulla stessa linea di Durnwalder, il leader del Sud Tirolo".

agi

comments powered by Disqus
Articoli correlati
Edicola On Line
Quotidiano.net su Facebook
Le offerte di Quotidiano.net

DietaClub

Inserisci il tuo peso e altezza
per ottenere il tuo profilo dieta
Altezza: cm
Peso: kg
 
 

Il Gioco Ufficiale de L'eredit di Rai Uno

L'Eredità

Vinci anche tu all’Eredità, il gioco online ufficiale tratto dal programma tv di Rai Uno!


Gioca a Burraco

MioFotoLibro

Album di Figurine

Per chi studia e per chi suda. Finanziamento album. Guadagna con l'album di figurine.