Notizie locali Bologna / Modena / Pesaro / Rimini / Firenze / Arezzo / Livorno / Prato / Milano / Bergamo / Lodi / Monza Brianza Tutte le città

Tolosa, le reazioni: "Antisemitismo intollerabile"

La condanna di Barroso: orrore. La Santa sede: indignati

La strage nella scuola ebraica di Tolosa ha sconvolto l'intera Europa, non solo la Francia, tanto che tra le prime reazioni si registrano quelle del presidente dell'esecutivo comunitario Josè Manuel Barroso

La polizia al lavoro a Tolosa (Afp)
La polizia al lavoro a Tolosa (Afp)

Bruxelles, 19 marzo 2012  - La strage nella scuola ebraica di Tolosa ha sconvolto l'intera Europa, non solo la Francia, tanto che tra le prime reazioni si registrano quelle del presidente dell'esecutivo comunitario Josè Manuel Barroso.

BARROSO - “Niente è più intollerabile del massacro di bambini innocenti”: il presidente Josè Manuel Barroso “condanna fermamente”, a nome dell’intera Commissione Ue, “l’odioso crimine” di questa mattina a Tolosa, dove sono stati uccisi 3 bambini e un adulto davanti alla scuola ebraica. Barroso ha anche espresso “tutto il suo orrore davanti a questa violenza cieca”.

MUSULMANI DI FRANCIA  - Il presidente del Consiglio francese della Cultura Musulmana, Mohammed Moussaoui, si è dichiarato “inorridito” per “l’indescrivibile azione criminale”  e ha tenuto a esprimere tutta la sua solidarietà e quella dei musulmani di Francia all’insieme della comunità ebraica. “Mi attendo che l’inchiesta permetta di trovare rapidamente l’autore di questa barbarie da condannare nella maniera piu’ ferma”.

NETANYAHU - "In Francia è avvenuta oggi la uccisione disgustosa di ebrei, fra cui bambini piccoli. E’ troppo presto per stabilire lo sfondo di questo attacco omicida ma si può affermare che è stato attivato da un antisemitismo violento ed omicida": questo il primo commento del premier di Israele Benyamin Netanyahu all’attacco odierno alla scuola ebraica di Tolosa.

SANTA SEDE - In un messaggio di cordoglio per le vittime il direttore della Sala Stampa della Santa Sede, padre Federico Lombardi, ha definito l’accaduto "un atto orribile e ignominioso, che suscita profonda indignazione e sconcerto e la più risoluta condanna ed esecrazione, anche per l’età e l’innocenza delle piccole vittime e perché avvenuto presso una pacifica istituzione educativa ebraica".


AMBASCIATORE USA - Un attacco ‘orribile’. Così l’ambasciatore americano a Parigi ha commentato la strage. “Condanno con forza questi omicidi, così come l’uccisione dei soldati francesi, la scorsa settimana, a Tolosa e Montauban” ha reso noto Charles Rivkin.

 


LE REAZIONI IN ITALIA

 

MONTI - Il presidente del Consiglio esprime a nome del governo italiano profonda indignazione e sconcerto per il grave episodio avvenuto oggi a Tolosa. Un fatto ancor più grave - si legge in una nota - perché dettato dall’antisemitismo e dalla violenza che ha colpito tre bambini e il loro insegnante. Monti nell’esprimere la propria solidarietà alla Comunità ebraica e ai cittadini francesi, sottolinea con forza che l’antisemitismo, come la xenofobia e l’intolleranza, sono totalmente estranei ai principi fondanti della nostra convivenza civile e al patrimonio di valori sui quali poggia l’umanità tutta.

CANCELLIERI - “In Italia non abbiamo segnali” di una recrudescenza dell’odio religioso “che possano far preoccupare: siamo sempre in un Paese dove tutto è possibile, ma non abbiamo assolutamente segnali in questo senso”, ha detto sui fatti di Tolosa il ministro dell’Interno Annamaria Cancellieri.
Per la Cancellieri quello che è avvenuto in Francia è stato “un atto di vile intolleranza, drammatico, terribile, spregevole e ripugnante, rivolto contro la comunità ebraica, quella dei nostri fratelli maggiori”.


RICCARDI - “L’esecrabile attentato di Tolosa contro un asilo ebraico, per il quale esprimiamo il nostro sdegno e la nostra condanna più netta, è stato un gesto folle, disumano e antireligioso”. Il ministro dell’Integrazione Andrea Riccardi apre con queste parole la Conferenza permanente ‘Religioni, cultura, integrazione’, chiedendo a tutti di osservare un minuto di raccoglimento “come segno di solidarietà e di vicinanza con i parenti delle vittime, con la comunita’ nazionale francese e con la comunita’ ebraica”.
Sottolinea Riccardi: “nessuna religione può chiedere all’uomo di armare la mano contro bambini innocenti”.

D'ALEMA  - “Voglio esprimere tutto il mio dolore per l`orribile tragedia di Tolosa. Mancano le parole per commentare un atto così odioso rivolto contro dei bambini”, si legge in un messaggio del presidente del Copasir, Massimo D`Alema, che esprime “preoccupazione per le violenze razziste a cui assistiamo con sgomento”.

CICCHITTO  - “Quello che è successo a Tolosa è assolutamente sconvolgente. Un episodio di antisemitismo e di violenza antisemita che testimonia come questo cancro continui a corrodere il mondo contemporaneo. Esprimiamo alla comunità ebraica tutta la nostra solidarietà. è evidente che tutte le caratteristiche di questo crimine devono essere conosciute”. è quanto ha dichiarato Fabrizio Cicchitto, capogruppo del Pdl alla Camera.

POLVERINI - “Sono senza parole, è incredibile quanto accaduto”, reagisce la presidente della Regione Lazio, Renata Polverini, commentando la strage avvenuta in una scuola ebraica a Tolosa. “Questo è un mondo - ha aggiunto - che non riesce a superare questa fase di odio e troppo spesso sono le persone innocenti che pagano un prezzo troppo alto”.

ORLANDO  - Italia dei Valori ha espresso “profondo dolore per l`ignobile attacco terroristico e antisemita” avvenuto in Francia, a Tolosa. “Siamo vicini a tutte le Comunità ebraiche e condanniamo fermamente ogni forma di razzismo che porta all`odio per il diverso e alla cieca furia omicida”, ha affermato in una nota il portavoce dell`Italia dei Valori, Leoluca Orlando.


“Questi gravissimi episodi - ha aggiunto- si stanno ripetendo con una frequenza preoccupante e denotano come ormai sia in pericolo la stessa cultura dell`accoglienza e della solidarietà.Nonostante l`impegno di tanti nel cuore del vecchio continente si manifesta un criminale antisemitismo che pesa ancora come un macigno sulla vita e sulla cultura europea”.

VENDOLA - "Raccapriccio, dolore, sgomento. Sono questi i sentimenti di fronte alla furia bestiale di Tolosa.
Esprimiamo tutta la nostra solidarietà e vicinanza alle comunità ebraiche del nostro Paese", dice Nichi Vendola, presidente di Sinistra Ecologia Libertà.

"Nel vecchio Continente - prosegue il leader di Sel - troppe stragi, troppo sangue nel nome del razzismo, dell’antisemitismo, dell’odio verso il diverso e le minoranze. In Europa non siamo di fronte ad episodi di singoli folli - conclude Vendola - è invece la semina malvagia che comincia a dare i frutti".

CESA - “L’aberrante strage di Tolosa ci ricorda a che livelli di brutalità e vigliaccheria possa arrivare l’odio nei confronti degli ebrei. Davanti ad atti del genere non basta lo sdegno, ma serve una reazione forte e comune dell’Europa, per individuare e stroncare sul nascere ogni avvisaglia di intolleranza antisemita. Alle Comunità ebraiche tutta la nostra solidarietà e il nostro piu’ convinto sostegno”, dice il segretario dell’Udc Lorenzo Cesa.

LA LEGA - “Chi ci assicura che dietro la sparatoria di oggi davanti ad una scuola Ebraica a Tolosa non ci sia una strategia della tensione dei fondamentalisti islamici imposta dall’Iran?”. A chiederselo è il senatore Piergiorgio Stiffoni, della Lega Nord.
“Non è un caso - prosegue il senatore leghista componente del Comitato Shengen - che l’intelligence Usa, nei giorni scorsi, abbia paventato la possibilità che l’Iran stesse preparando attacchi terroristici sul suolo americano e che in Nigeria ci siano continui attacchi ai cristiani, culminati il 19 marzo con l’uccisione di dieci persone".

BUTTIGLIONE  - “Piena solidarietà alla comunità ebraica francese e anche internazionale e italiana per l’orribile strage di Tolosa. La sensazione è che si stia abbassando la guardia sull’antisemitismo e l’antiebraismo, che ci siano troppi distinguo, anche da parte delle forze politiche, che si annacqui il problema delle discriminazioni, che si attenui l’indignazione. Ma poi a essere uccisi sono sempre gli ebrei. Non possiamo accettarlo”, ha affermato il presidente dell’UDC Rocco Buttiglione.


  • Notizie Locali
  • il Resto del Carlino:
  • La Nazione
  • Il Giorno
  • Blog
Copyright © 2013 MONRIF NET S.r.l. - Dati societari - P.Iva 12741650159, a company of MONRIF GROUP