301 Moved Permanently


nginx/1.8.0
Notizie locali Bologna / Modena / Pesaro / Rimini / Firenze / Arezzo / Livorno / Prato / Milano / Bergamo / Lodi / Monza Brianza Tutte le città

Sciopero della fame
contro l'abbandono e i traffici

Lorenzo Croce, presidente Aidaa, chiede interventi del governo

Ogni anno quasi mezzo milione finisce sulla strada. L'80% muore

Cucciolo in una foto di L.Gallitto
Cucciolo in una foto di L.Gallitto

Roma, 26 luglio 2013 - <Una forte denuncia contro la pratica estiva dell'abbandono di animali ed in particolare di gatti, cani, conigli, tartarughe ed altri animali domestici che ogni anno vengono abbandonati nei mesi estivi in decine di migliaia di esemplari e una richiesta di proibire la vendita di cuccioli di animali online e a rate>.

Sono queste le motivazioni che hanno indotto il presidente nazionale di Aidaa- Associazione italiana difesa animali ed ambiente, Lorenzo Croce ad iniziare da ieri pomeriggio, alle ore 15, <uno sciopero della fame ad oltranza con lo scopo di denunciare pubblicamente il fenomeno dell'abbandono degli animali che quest'anno sta riprendendo vigore e che solo nel mese di luglio ha visto un incremento del 54% sullo scorso anno delle segnalazioni di gatti e cani abbandonati arrivate al telefono amico ed ai vari gruppi operativi di Aidaa sparsi in tutta Italia>

. Allo stesso tempo, con questo gesto <si vuole denunciare il turpe mercato dei cuccioli di animali venduti, spesso in età precoce e malati in quanto tolti alla madre prima del tempo nei cosi detti negozi online e pagabili a rate con il diritto di recesso come si trattasse di una qualunque lavatrice - segnala l'Aidaa - in Italia sono circa 450.000 gli animali abbandonati con prevalenza di cani e gatti (circa 120.000 l'anno) di questi l'80% muore in incidenti stradali e il turpe mercato della vendita online di animali spesso provenienti da allevamenti illegali dell'est europa frutta ogni anno almeno 10 milioni di euro>.

Lo sciopero della fame andrà avanti <fino al raggiungimento dello scopo di far intervenire il governo con provvedimenti seri per condannare chi abbandona gli animali e per proibire il mercato illegale dei cuccioli di animali online e per togliere il diritto di recesso sugli animali venduti>. Il presidente Aidaa, viene seguito costantemente dal medico curante che quotidianamente lo incontrerà per i controlli dei parametri vitali, del peso e della pressione arteriosa, conclude l'Aidaa.
Per contatti con la nostra redazione: animali@quotidiano.net

Condividi l'articolo
Segui le notizie su Facebook

Segui le notizie di Quotidiano.Net su Facebook


  • Notizie Locali
  • il Resto del Carlino:
  • La Nazione
  • Il Giorno
  • Blog
Copyright © 2013 MONRIF NET S.r.l. - Dati societari - P.Iva 12741650159, a company of MONRIF GROUP