Questo pazzo
pazzo mondo

A cura di
Matteo Leonelli
Single in the city
Fai il test
psicologico,
scopri te stesso
e incontra
single realmente
affini a te!
27/07/2007 11:02
TENDENZE

Stivali e shorts
i must dell'estate

Lo stivale morbido sotto il pantaloncino che copre appena il costume, spesso abbinato al cappello da cow-boy, è la 'mise' preferita dei giovani della riviera romagnola. La Marini: "E' più trendy il bikini abbinato ad una borsetta gioiello"

Roma, 22 luglio 2007 - Stivali che affondano nella sabbia, short che più corti non si può e baldacchini sulla spiaggia: sono queste le tendenze, alcune nuove, altre semplicemente riproposte, dell'estate 2007. Lo stivale morbido sotto il pantaloncino che copre appena il costume, spesso abbinato al cappello da cow-boy, è la 'mise' preferita dei giovani habituè della riviera romagnola. Non è difficile vederli sfilare al Bicio Papao o al Papete Beach di Milano Marittima. Eppure c'è chi ancora, alla tendenza del momento, preferisce la comodità.

 

«La moda deve rispondere a un concetto di estetica - ha detto Jonathan Kashanian, stilista ed ex inquilino della casa del Grande Fratello - ma non dobbiamo mai dimenticare che è nata per essere funzionale. Andare al mare e camminare sulla sabbia con gli stivali non è affatto funzionale, sarebbe come arrivare in spiaggia con un delfino. Io, di sera, indosso solo stivali in tela di gazzella, in spiaggia adoro andarci con le ciabattine».

 

«Stivali sì, ma solo se abbinati con cappello e camicia - sostiene invece Valeria Marini - è più trendy il bikini rigorosamente abbinato ad una borsetta gioiello. E perchè no - ha aggiunto la showgirl - ci starebbe bene anche un ombrellino in tinta per ripararsi dal sole. Lo stivale è troppo caldo per la spiaggia e rischia, alla fine, di sembrare inadeguato. Resta più stravagante se indossato di sera». 

 

Grande successo, invece, per i letti a baldacchino che da un paio d'anni sono approdati sulle spiagge dei lidi più 'in' d'Italia. Sono tanti gli stabilimenti balneari che, dalla Riviera romagnola all'Argentario, dalla Campania alla Sardegna, hanno deciso di sostituire i vecchi ombrelloni con le nuove eleganti postazioni in riva al mare. Sono materassini, generalmente di colore bianco, incastrati in una struttura in legno coperta da grandi tendaggi.
Il lido Gallo, a Varcaturo, nel napoletano, ha scelto il color ocra. Tutto, dai lettini ai tessuti d'ornamento, richiama la tonalità predominante nel locale.

 

«L'idea dei baldacchini è nata l'anno scorso - ha detto Gabriele Ferrandino, uno dei gestori dello stabilimento balneare che, di sera, si trasforma in uno dei locali più chic di Napoli - ma l'abbiamo realizzata in modo completo quest'anno. Sono postazioni per almeno 4 persone grandi all'incirca quanto un letto a tre piazze. All'altezza del cuscino c'è un tavolino in vetro dove si possono poggiare le bevande. Una delle zone più apprezzate e richieste del lido è il priveè, dove le persone selezionate dallo staff potranno godersi l'ultimo bagno in piscina, il sabato e la domenica dalle 18.30 alle 19.30, sorseggiando champagne. Il tutto naturalmente servito comodamente sui lettini. Nel priveè abbiamo anche disposto un paio di baldacchini che hanno l'amaca al posto del tradizionale materassino».

 

«La moda dei baldacchini mi piace molto - ha commentato Valeria Marini - è in voga già da un paio d'anni ed è una tendenza che ricorda molto l'Oriente. Ho realizzato diversi servizi fotografici in spiaggia posando su questi magnifici lettini». È d'accordo anche Jonathan Kashanian, per il quale «i letti a baldacchino hanno una loro funzionalità. Se si è stanchi di prendere il sole - ha sottolineato lo stilista - ci si può sdraiare su questi comodissimi modelli 'deluxè dai lenzuoli bianchi e candidi che danno sollievo e aiutano a rilassarsi. Li ho sperimentati diverse volte soprattutto nel corso delle mie vacanze sul Mar Rosso».

 

Alle 18.30 scatta l'ora dell'aperitivo a base di frutta, champagne e cocktail da sorseggiare rigorosamente in gruppo in riva al mare o a bordo piscina. Gli stabilimenti balneari più 'cool' hanno attrezzato, secondo canoni innovativi che puntano tutto sulla comodità e sul relax, appositi spazi per godersi a pieno l'happy hour, il momento che separa la movida diurna da quella notturna che sta per iniziare. L'Hakuna Matata di Riccione, lido di giorno, ristorante di sera e discoteca di notte, ha scelto la formula 'gazebò. All'interno, i giovani della riviera romagnola possono sedersi su morbidissimi divanetti e poltroncine in vimini per bere mojito e ascoltare musica.ù

 

«La spiaggia - ha detto il direttore del locale - non è più solo un posto dove prendere il sole, negli ultimi anni è diventato un vero e proprio punto d'incontro per i ragazzi che amano cenare in riva al mare e, di notte, ballare a piedi scalzi sulla sabbia. La nuova movida di Riccione, da qualche anno a questa parte, si sente più libera sul bagnasciuga che in discoteca, perciò posso dire con certezza che si è affermato un nuovo modo di 'viverè la spiaggia di giorno come anche, e soprattutto, di notte».

 

Ma, nel tempio sacro del trendy dove ogni abitudine è destinata a diventare tendenza, si leva una voce fuori dal coro. È quella del gestore del Bicio Papao, a Milano Marittima, che di baldacchini sulla spiaggia proprio non ne vuole sapere: «Sarà anche una moda ma io li trovo scomodissimi, fanno ornamento ma sono quanto di più inadatto abbiano potuto creare per prendere il sole. Io resto fedele ai cari vecchi ombrelloni».



Gli altri articoli
 

PORTALI CITTADINI
  BOLOGNA >   FIRENZE >   MILANO >

LA FALCHI
AL GIFFONI

Anna Falchi si racconta al Giffoni Film Festival. Dopo le ultime disavventure sentimentali, ora ha voglia di ricominciare e di crescere come artista. Intanto produrrà il film 'Aspettando Godard' 

LEGGI LA NOTIZIA

LA BELLA ANNA