Serie B, gioia Palermo. Lanciano ko a Trapani. Empoli resta primo

Missione fallita per il Lanciano: non solo non riconquista la testa alla classifica ma si fa soffiare la piazza d’onore dal Palermo. Salgono Spezia, Latina e Varese. Il Cesena pareggia ad Avellino

Roma, 30 novembre 2013 - Missione fallita per il Lanciano: non solo non riconquista la testa alla classifica ma si fa soffiare la piazza d’onore dal Palermo. La 16esima giornata del campionato di serie B vede dunque l’Empoli, in virtù del 2-2 ottenuto in extremis nell’anticipo di ieri con il Brescia, mantenere la leadership, mentre i Frentani sono costretti alla resa per 1-0 sul campo del Trapani, alla sua terza vittoria di fila. La squadra di Baroni pero’ puo’ recriminare per un episodio da ascrivere di diritto alla categoria dei ‘gol fantasma’.

Succede al 27’, tre minuti dopo la rete che risultera’ decisiva di Basso: Falcinelli stacca sulla traversa, Nordi salva la sua porta. Sulla linea, per la terna guidata da Aureliano, oltre per gli ospiti, che protestano vivacemente perdendo, per un cartellino rosso, Mammarella. Lo stop del Lanciano favorisce il Palermo, che alla ‘Favorita’ mette in mostra uno dei suoi talenti rampanti: Belotti. L’under 21 realizza la doppietta che spedisce in orbita i siciliani, trovando il gol al 45’ e al 46’ della ripresa, dopo un palo colpito di testa da Munoz, impedendo così a Gonzalez, autore del momentaneo 1-1 al 7’ del secondo tempo, di regalare un punto ai piemontesi, che subiscono il ko in inferiorità numerica per l’espulsione di Pesce nei minuti conclusivi. Avellino e Cesena si dividono salomonicamente la posta in palio (0-0), restando cosi’ nelle zone di tutto rispetto della graduatoria, mentre il Latina rovina l’esordio di Pea sulla panchina della Juve Stabia: i pontini, che al 17’ tremano per la punizione spedita sul legno da Vitale, si assicurano i tre punti con la rete, al 29’ della ripresa, di Jonathas. Per i laziali e’ la quarta affermazione nelle ultime cinque gare.

Il Pescara fa poker contro il Carpi: vince 4-2 ma una partita condizionata dall’espulsione, alle mezzora, di De Vitis. Brugman al 15’ apre le marcature, gli emiliani al 36’ pareggiano con Concas. Nella ripresa, Maniero su rigore (4’), Politano (16’) e ancora Maniero (33’) legittimano il successo degli abruzzesi, con Di Gaudio che a 3’ dalla fine fissa lo score sul 4-2. Pareggio per 1-1 tra Modena e Siena, con gli emiliani avanti un attimo prima dell’intervallo con un penalty di Mazzarani e i toscani in grado di riacciuffare l’X con Rosseti, appena entrato, a 33” dal triplice fischio di Ostinelli. Se la Juve Stabia resta fanalino di coda a quota 7, non ridono certo Reggina e Padova. I calabresi subiscono al ‘Granillo’ la rimonta dello Spezia: Da Silva, dopo 1’, illude i tifosi di casa, nella ripresa i liguri ribaltano il risultato con Migliore (4’) ed Ebagua (13’), vincendo per 2-1. I veneti, invece, non sfruttano il fattore campo e chiudono 0-0 la sfida con il Crotone. Affermazione casalinga per il Varese, che batte 2-1 il Cittadella, passato in vantaggio al 9’ con Coralli e poi messo al tappeto dalle reti, sempre nei 45 minuti iniziali, di Pavoletti (17’) e Cristiano (35’). Lunedi’ il Monday Night delle 20,30 tra Bari e Ternana.